Europa park, la guida per genitori con bambini

Europa park, la guida per genitori con bambini

Ultima tappa della nostra vacanza in Germania è stato lo splendido Europa Park. Noi eravamo titubanti andare in un parco così grande con Filippo sempre abbastanza piccolo, temevamo che non potesse fare molte attrazioni, ed invece, per nostra grande sorpresa, non ci sono così tante limitazioni.

Qualche dato sul parco

E’ il più grande parco di divertimento tedesco e tra i primi in europa, secondo solo a Disneyland Paris come numero dei visitatori. Conta più di 100 attrazioni meccaniche, suddivise in 15 aree tematiche ispirate agli stati europei. Due di queste aree sono interamente dedicate ai bambini. Ci sono ben 13 montagne russe e ben 7 dark rides trale quali quella che abbiamo adorato di più: Pirates in Batavia, completamente rinnovata nel 2020.

Il parco nasce nel 1975 per volontà di Franz Mack e del figlio Roland e serviva come vetrina d’esposizione per le attrazioni che la ditta  MACK Rides GmbH & Co. realizzava. Nel primo anno di apertura, ha impiegato 50 dipendenti e ha avuto 250000 visitatori. (fonte wikipedia).

Una delle giostre più vecchie (foto Camperdiem)

Consigli per una giornata all’Europa Park

Andare nel parco con i bambini vuol dire organizzarsi al meglio. Infatti nel parco, pur essendo dotato di tutti i confort immaginabili, ha un costo decisamente alto per qualsiasi cosa, anche per una semplice bottiglia d’acqua (nel luglio del 2022 il costo di una bottiglia d’acqua da 500 ml è di 3,50€). Il nostro consiglio è di portarsi una buona scorta d’acqua, dei teli da mare da usare dopo una zona schizzi o per risposare nel prato e vestiti asciutti per il post attrazioni acquatiche. Snack e patatine serviranno a passare la noia per le file della attrazioni.

Quando è caldo che si fa?

Se andate d’estate, come noi, vi consiglio di rifugiarvi nelle ore più calde nelle attrazioni “Dark Ride”, ovvero quelle al chiuso, come ad esempio “Pirates in Batavia” o nella zona di Arthur, dove la tematizzazione della giostra è tutta al coperto, con aria condizionata e, oltre alla attrazione principale, sono presenti giochi adatti ai più piccoli.

Un altro modo per affrontare il caldo è quella di cercare le zone schizzi del parco, mettere i bambini in costume e “lanciarli” tra gli spruzzi d’acqua per rinfrescarli un po’. In alternativa, sono ottime anche le attrazioni d’acqua come Whale Adventures (la classica attrazione d’acqua dove ti schizzi con i cannoni ad acqua) o Fjord-Rafting, un rapid river simile a quello di Mirabilandia, da fare tutti insieme e ridere come matti.

Se proprio non si può o non si vuole bagnarsi, ci si può riposare all’ombra dei bellissimi alberi vicino all’attrazione Tirol log Flume, un bel prato che vi farà riposare e stare comodi. Filippo ci ha fatto un bel pisolino.

Ricordiamoci, comunque, che le temperature tedesche non sono calde come quelle italiane. Questo ci permette di avere in ogni caso temperature più umane.

Foto Camperdiem

Solo per bambini

In tutte le aree tematiche, vicino all’attrazione principale, c’è sempre una attrazione per i più piccoli. Non so se è stata fortuna o un ragionamento ben fatto: mentre si aspetta il genitore coraggioso, l’altro distrae i bambini portandoli in attrazioni adatte a loro. Un sistema quasi sconosciuto in italia, dove i più piccoli e i loro genitori sono spesso rilegati in una zona circoscritta del parco impedendo loro di vedere il resto del parco. Oltre a questo, esistono almeno due intere zone dedicate ai bambini:

L’Ireland – Children’s World e Grimm’s Enchanted Forest, due zone molto belle che incanteranno i vostri bambini. Probabilmente quella dei fratelli Grimm un po’ meno perché se non si conosce il tedesco coinvolge poco i bambini.

Mangiare a Europa Park

Il Europa Park è disseminato di ristoranti, fast food e bar dove poter acquistare bibite e cibi per sfamarsi. Come già detto in precedenza, i prezzi non sono proprio economici. Noi, nel vano tentativo di risparmiare qualcosa, abbiamo mangiato in uno dei tanti fast food presenti. La spesa non è stata tanto al di sopra di un normale Mc Donald’s al di fuori. La spesa più eccessiva che abbiamo affrontato è stata per la merenda, 4 coppette di gelato con una o due palline e una bottiglia d’acqua 15 euro. Non proprio economico, la prossima volta meglio portarsi da casa qualcosa per fare merenda.

Ultime dritte

Il parco è bello grande e, soprattutto, ha tante attrazioni. Il nostro consiglio è di fare un biglietto d’ingresso per due giorni così da avere più tempo per girare tutto. Il parco apre alle 9 e chiude alle 18 – 19:00, dipende dall’attrazione. Inoltre, vi consigliamo di fare un altro piccolo sforzo e di prendere la piazzola nel campeggio del parco. Costa un pò ma ne vale la pena, carino, ben tenuto e tutto tematizzato in stile far west. Alle 19 e 30 c’è anche uno spettacolo al campeggio con i cavalli, molto interessante. Unico neo, un solo gruppo di bagni per una notevole quantità di ospiti, questo fa correre il rischio di trovare occupato.

Ulteriori informazioni:

Per avere informazioni su costi e orari, andate sul sito ufficiale del parco –> https://www.europapark.de/en

Per leggere il nostro diario di viaggio –> https://famigliabordo.it/in-camper-tra-la-baviera-e-la-foresta-nera/ e https://famigliabordo.it/in-camper-tra-la-baviera-e-la-foresta-nera-2/

I due giorni a Legoland –> https://famigliabordo.it/legoland-deutschland-in-camper/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.