Populonia e Baratti

Populonia e Baratti

Quando teniamo fermo il camper, amiamo andare a fare gite fuori porta. Relativamente vicino casa, abbiamo la fortuna di avere uno dei posti più belli e unici della Toscana, ovvero Populonia e il golfo di Baratti.

Nonostante la giornata non bellissima, ci siamo avventurati al castello di Populonia, così di godere di una splendida vista e vivere una mini avventura.

Cenni Storici su Populonia e Baratti

Ma diamo qualche cenno storico su questo posto così particolare. Come è ben noto, Populonia nasce come insediamento, poi Città – Stato Etrusca di nome Fufluna o Pupluna. E’ l’unica città etrusca nata sulla costa. L’aggregazione originale nasce durante l’età del ferro, poi continuata durante l’età del Bronzo, maggiormente nella costa, fino alla vicina San Vincenzo. Con il tempo diventa un’importante crocevia di traffici provenienti dalla Corsica e dalla Sardegna, nonché dalle isole dell’arcipelago. Arriva ad ospitare migliaia di abitanti, con una necropoli, diversi quartieri industriali e industriali. In epoca romana, Populonia fornì il ferro necessario per affrontare la seconda guerra Punica.

Come la vediamo adesso risale al medioevo. La rocca e le mura sono state costruite dai signori di Piombino, gli Appiani, per un tentativo di rilancio della zona, oramai ridotta ad un umile villaggio.

La nostra visita a Populonia

Siamo saliti lungo la strada che porta al piccolo borgo e lasciato la macchina al parcheggio subito fuori le mura. Da vedere c’è il museo etrusco da una collezione privata (Collezione privata Gasparri), la Rocca e tutta la zona archeologica. Noi abbiamo travato aperto solo la Rocca ma, nonostante ciò, ci siamo divertiti molto.

Dopo il pagamento del biglietto, siamo entrati nel cortile dove è possibile percorrere quasi tutto il perimetro del mura. Attenzione che in alcuni punti il passaggio è stretto.

Poi siamo saliti sulla torre. Le prime rampe di scale sono molto semplici, la vera difficoltà arriva all’ultima rampa però, vi assicuro, che è fattibile sia con bambini piccoli (Filippo ha tre anni ed è salito e sceso tranquillamente, si è divertito molto) ma un minimo autonomi, sia per le persone belle in carne come me.

Da sopra alla torre è possibile godere di un bellissimo panorama su tutto il circondario e sul golfo di Baratti.

Il Golfo di Baratti

Scesi dalla torre, dopo una bella merenda, riprendiamo la macchina e scendiamo verso il mare. Qui ci concediamo una bella passeggiata lungo mare e poi, in seguito, dentro la bellissima pineta. Abbiamo lasciato la macchina in uno dei numerosi parcheggi lungo la costa che, in questo periodo, sono deserti e gratuiti.

In camper: Durante l’inverno o comunque in bassa stagione, i camper sono tollerati ovunque in questa zona. E’ possibile parcheggiare in tutte le zone del golfo e di salire fino a Populonia senza problemi. Nel periodo primavera – estate, invece, la circolazione dei camper non è tollerata, anche per evitare i grossi ingorghi che spesso capitano in questo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.