Vieste in Love

Vieste in Love

Possiamo essere gli unici al mondo che andiamo a visitare Vieste ma non fotografiamo il monolite riportato alla ribalta da Max Gazze, il Pizzomunno?

La leggenda di Cristalda e Pizzomunno

…E allora dal mare
Salirono insieme
Alle spiagge
Di Vieste
Malvage
Sirene…
Qualcuno le ha viste
Portare
Nel fondo
Cristalda in catene
E quando
Le urla
Raggiunsero il cielo,
Lui impazzì davvero
Provando
A salvarla,
Perché più non c’era…
E quell’ira
Accecante
Lo fermò per sempre….

Ebbene si! Mi sono resa conto che lo abbiamo guardato un sacco di volte, siamo andati nella spiaggia ai suoi piedi ma non esiste testimonianza video o fotografica dell’incorntro, se non alcune foto da molto lontano. Peccato, dovremmo tornarci.

Ci siete mai stati a Vieste?

Viene definita “La Perla del Gargano” e non è difficile capirne il motivo. Con i suoi km di spiaggia è una delle localita balneari più importanti della zona. Ricca di strutture ricettive (dagli albergli ai campeggi) tanti ristoranti e mercati dove trovare i prodotti tipici, offre tutto ciò che serve per passare una piacevole vacanza nel Gargano. E’ stata una delle nostre mete preferite per la vacanza 2019, sia per la posizione, abbastanza vicina al nostro campeggio, sia per i servizi.

Vieste sorge su una piccola penisola rocciosa caratterizzata da tre baie separate da due punte. La parte più antica della cittadina sorge su Punta San Francesco, rivolta verso Est e costituita da roccia, si caratterizza per vicoli stretti e i più prestigosi edifici storici. E’ solo verso 1800 che la cittadina si espande verso Punta Santa Croce, rivolta verso nord e più bassa rispetto all’altra. Ai suoi piedi sorge anche il porto, importante punto di riferimento per le Isole Tremiti e la Croazia. Tra le due punte si trova la spiaggia Marina Piccola, rivolta verso il faro, mentre a sud di punta S. Francesto c’è la lunga spiaggia del Pizzomunno. Ad Ovest della Punta S.Croce si trova l’altra grande spiaggia, quella di S. Lorenzo.

Nonostante la tenda l’avessimo in un bel campeggio a metà strada tra Vieste e Peschici, siamo stati parecchie volte in questa bellissima cittadina. Il contrasto tra il vecchio e il nuovo, i vicoletti, le piazze e il mare, rende questo posto unico e magico.

Conoscete la leggenda di Cristalda e Pizzomunno?

Prima di tutto, il Pizzomunno è un imponente monolite di oltre 25 metri situato all’inizio della spiaggia sud del centro abitato. Per la sua grandezza e posizione, sembra erigersi a guardia della cittadina

La leggenda narra che quando Vieste era ancora un piccolo villaggio di pescatori, vi abitasse un bellissimo giovane di nome Pizzomunno. A questo ragazzo, le sirene promettevano immortalità se avesse accettato di diventare loro Re e amante. Ma il giovane era perdutamente innamorato di Cristalda, una giovane di rara bellezza con i capelli color dell’oro. Una delle tante sere in cui i due giovani andavano ad attendere la notte sull’isolotto che si erge di fronte alla costa, le sirene, colte da gelosia, aggredirono Cristalda e la trascinarono nelle profondità degli abissi. Pizzomunno rincorse invano la voce dell’amata. Il giorno seguente, i pescatori ritrovarono il giovane pietrificato dal dolore nel bianco scoglio. Ancora oggi, ogni cento anni, Cristalda torna dal mare per passare una notte insieme al suo amato.

A questa leggenda, riportata alla ribalta da Max Gazzè nel 2018 nella canzone composta per Sanremo, è stata dedicata la “la scala dell’amore”.

Molto bello è percorrere la strada che collega Vieste a Peschici, molto panoramica e piena di torri di avvistamento e di Trabocchi. Unico difetto, sono le molte curve e la larghezza delle strade, forse non molto adatte per mezzi di grandi dimensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *