Famiglia a Bordo

Viaggi con bimbi al seguito

Una delle gite più suggestive dove sicuramente i bambini si posso divertire è quella al Sacro bosco di Bomarzo, meglio conosciuta come il Parco dei Mostri.

Il Sacro Bosco nasce come un grosso giardino disseminato di statue, alcune grottesche, altre enormi, che rendono la visita allo spettatore sempre più spettacolare ad ogni scoperta.

Fu costruito per volontà di Pier Francesco Orsini, più noto come Vicino, a partire dalla metà del 16 secolo. Fece scolpire le rocce del posto dandogli forme oniriche, a volte suadenti, altre minacciose. Prova a raccontare la cultura greca che lui conosceva. Il sacro bosco è sta costruito subito dopo la morte di sua moglie.

Il parco si estende su una superficie di circa 3 ettari, all’interno di un bosco di conifere e latifoglie. La pietra con cui sono state fatte le statue è il basalto, presente in maniera massiccia nel posto. La diposizione attuale delle sculture, apparte alcune opere, non è quella originale ma quella che fu decisa nel XX secolo , quando la famiglia Bettini lo rilevò e lo mise in uso.

Ad oggi, rappresenta uno dei giardini più belli visitabili in Italia. Il biglietto non ha un costo altissimo e la visita dura due ore circa. All’interno dell’edificio di ingresso al parco di può trovare il bookshop, il bar, la tavola calda e un ristorante ma solo per i gruppi. Fuori c’è anche una bella area per bambini.

La statua più conosciuta del Sacro Bosco è l’Orco. La bocca e gli occhi spalancati sono per terrorizzare chi ha il coraggio di entrare e sedersi alla tavola che si trova al suo interno. All’ingresso si legge la scritta “Ogni pensiero vola”.

Altra scultura famosissima è la casa pendente. Visitabile al suo interno, è stata costruita su una roccia inclinata. Lo scopo era quello di stupire chi aveva il coraggio di visitarla. Secondo alcuni studi, l’ingresso originale del Sacro Bosco era proprio qui alla casa pendente.

Altro gruppo di statue molto famoso è composta dalla tartaruga e la balena. Una enorme tartaruga, simbolo di unione tra terra e mare, ha sulla schiena una Nike mentre una grossa balena emerge dalla terra e guarda il grosso animale.

Il grosso elefante con una torre sulla schiena sembra, invece, essere un riferimento alle guerre puniche. L’animale, infatti, stritola con la proboscide un legionario romano.

Il costo del biglietto è di 11 euro per gli adulti e 8 euro per i bambini dai 4 ai 13 anni (prezzi aggiornati al 2021). Prima di programmare la visita è bene controllare lo stato vigente delle regole anticovid e se il parco è aperto nel loro sito ufficiale https://www.sacrobosco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto