Famiglia a Bordo

Viaggi con bimbi al seguito

La Toscana è famosa per tantissime cose. Il vino buono, il pane senza sale, le colline senesi, il mare bellissimo, le città d’arte tra le più famose al mondo. Oltre a queste cose uniche, la toscana offre anche alcune meravigliose terme gratuite e totalmente libere.

Cascate del Mulino

Le più famose in assoluto sono le Cascate del Mulino a Saturnia. Bellissime, con un colore unico, le sue acque hanno una temperatura di circa 37 gradi. Essendo così famose, sono sempre molto affollate.

Con il camper Area Attrezzata Camper “L’Alveare dei Pinzicon servizio navetta per le cascate.

Bagni di San Filippo

Famossisime per le grosse concrezioni di carbonato di calcio, che formano queste enormi sculture bianche. La più famosa è la cascata della balena Bianca. Qui, l’acqua raggiunge anche i 48 gradi, permettendo il bagno anche durante l’inverno.

Con il camper, parcheggio a pagamento dopo le ultime case. Spazio per 5 camper insieme alle auto, senza servizi.

Terme di Petriolo

Le Terme di Petriolo, o bagni, sono ubicati nella valle d’Ombrone, lungo il corso del fiume Farma. Qui le acque termali sgorgano ad una temperatura di 43 gradi e sono conosciuta già in epoca romana, citate in una orazione di Cicerone. Con il camper, non ci sono aree apposite dove fermarsi.

San Casciano ai Bagni

Qui si fa il bagno nella storia. Le vasche libere sono sempre quelle costruite dagli anitchi romani. E’ rimasta solo la più grande accessibile e di libera fruizione ma sicuramente è di grande impatto.

In Camper, area sosta comunale Piazzale del Ponte, gratuito con carico e scarico. Molto comodo per le vasche e per visitare il paese.

Sasso Pisano

Praticamente sconosciute al grande pubblico (infatti mai citato dal web) anche a Sasso Pisano esistono varie sorgenti termali. Quella più famosa, e dove noi abitanti del luogo andiamo più spesso, è quella al Complesso Sacro Termale Etrusco Romano. La sorgente è la stessa che alimentava le terme che sono state rinvenute negli anni 80. Per arrivare alle terme occorre aggirare il cancello che porta al recinto degli scavi. Dopo aver ammirato le strutture rinvenute, lo scrosciare dell’acqua vi porterà verso le vasche rudimentali che sono state fatte negli anni da chi le frequenta. Con il camper, la strada non è adatta a mezzi di grande dimenzioni perchè stretta. Inoltre, la presenza di buche impone molta prudenza. Se si riusce ad arrivare, è possibile parcheggiare nei pressi del podere abbandonato proprio nei pressi del primo cancello.

In alternativa, proprio a ridosso dell’area sosta camper del paese, c’è il Biolago di Sasso Pisano, due vasche con acqua calda a temperatura diversa e un laghetto a temperatura ambiente. Attenzione, ha apertura stagionale che varia ogni anno, si consiglia di controllare gli orari e i giorni di apertura sul loro sito o sulla pagina facebook. Ovviamente, l’ingresso alla struttura è a pagamento.

Biolago Sasso Pisano

In camper, per gli scavi occorre avventurarsi perchè sono distanti alcuni km dal paese, direzione Leccia. La strada, nell’ultimo tratto, è sterrata e presenta alcune piante basse. Attenzione alle buche e all’altezza del camper. Per la struttura del Biolago, c’è l’area sosta camper presso Buca di San Rocco, con carico e scarico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto