Archivi annuali: 2020

Prima del secondo lockdown siamo riusciti a fare un paio di uscite con il camper. La nostra direzione, in entrambe le uscite, è stata l’Umbria. Il motivo è molto semplice. Ogni paese e città sono delle chicche da visitare e da scoprire. E quando è il momento migliore per visitare paesi se non l’autunno? Il weekend del 17 e 18 ottobre siamo andati ad Orvieto. Area sosta molto comoda a due passi dalla funicolare che porta alla città alta. Peccato che il pozzo di San Patrizio non era aperto a causa di lavori di ristrutturazione ma siamo comunque riusciti a visitare il duomo, i musei e a fare un tour nella Orvieto Sotterranea. Inutile dire che l’attrazione che è piaciuta di più ai bimbi è stata proprio la funicolare. Noi adulti siamo rimasti estasiati e senza parole di fronte alla bellezza del duomo, con i suoi affreschi unici. Il giorno…

Leggi tutto

COSTA TIRRENICA Continuamo il nostro viaggio verso Reggio Calabria e Villa S. Giovanni, sempre più emozionati di vedere cosi vicina la Sicilia, sembra quasi di poterla toccare. Per pranzo decidiamo di andare verso Scilla, unico posto per parcheggiare, oltre la Area Attrezzata a 5 km, è segnalato un parcheggio. Inutile raccontare quanti anni di vita abbiamo perso nel tentativo di raggiungere il parcheggio con il nostro Zefiro. Decisamente Scilla non è camperizzabile, ed è un vero peccato perchè é davvero un piccolo gioiello calabrese. Il mare più bello lo abbiamo ammirato proprio qui (putroppo non siamo scesi al mare e quindi niente bagno, ci rifaremo un altra volta). Dopo un giro breve viste le alte temperature e un buonissimo pranzo, siamo ripartiti per cercare un posto per la notte e lo troviamo a qualche km più a nord di Scilla, a Palmi, presso l’area attrezzata Summerland. Carina, in ottima posizione…

Leggi tutto

La nostra prima vacanza estiva in camper, nelle terre di Calabria

Leggi tutto

Ogni tanto una pausa ci vuole e, per noi, relax vuol dire mare. Questa volta abbiamo deciso di cercare una Area Attrezzata, per spendere il meno possibile ma avere comunque qualche servizio (il prossimo passo sarà la libera, speriamo). Decisi anche di vedere qualcosa di nuovo, abbiamo optato per Pescia Romana. Sinceramente non sapevo neanche della sua esistenza finchè non ho incominciato a leggere post su facebook al riguardo. Da lì mi è nata la curiosità di vedere come era il posto (sempre curiosa, lo so). Contatto la più famosa e rinomata Area Sosta “La Pineta” ma era già al completo. Controllo i prezzi dei campeggi e mi sembra uno spreco spendere tanto per due notti. Così, girovagando su facebook mi imbatto nella pagina Area Sosta Camper “Il Prato” (per maggiori informazioni, clicca qui ). Chiamiamo e il personale, molto gentilmente, ci comunica che non ci sono problemi di spazio,…

Leggi tutto

Premessa dolorosa ma necessaria: non beviamo vino, non ci piace. Non siamo astemi ma il vino proprio non ci riesce farcelo piacere. Dopo la questa premessa, vi starete domandando: ma che ci sono andati a fare nel Chianti se manco amano il vino? Bella domanda… Il Chianti non è solo vino, anzi. Sono paesi, posti, paesaggi, persone da cui nasce uno dei prodotti più conosciuti e venduto nel mondo. Ed è bellissimo percorrere le strade in cerca di angoli nascosti e poco eplorati ( a parte qualche celebre meta). Ma iniziamo la descrizione di questa nuova esperienza. Novità di questo weekend è stata la presenza di mio nipote Tommaso, quindi era la prima volta che andavamo in 5 nel nostro Zefiro. Ci viaggiamo comodi ma a me è toccata la posizione contro verso e non è stato un viaggio facile. L’ultimo tratto di strada l’ho fatto non legata e rivolta…

Leggi tutto

Quest’anno abbiamo deciso di passare il ponte del 2 giugno al mare, per la prima volta a bordo del nostro Zefiro. Con le mille paure che sempre mi accompagnano, ho convinto Giulio ad andare in campeggio. Noi adoriamo i campeggi, ci abbiamo fatto le nostre vacanze negli ultimi sette anni, ma da quando abbiamo il camper non li avevamo ancora frequentati per vari motivi, uno su tutti è che quasi tutti sono chiusi d’inverno, sono meno economici di una area sosta e non avevamo mai avuto l’esigenza di doversi affidare ad una struttura per le nostre brevi uscite, siamo perfettamente autonomi sia per la corrente che per il riscaldamento. Ad ogni modo, volevamo provare il brivido dell’esperienza e riposarsi un po in riva al mare. Individuo una struttura abbastanza vicina e economica, Baia dei Gabbiano in località il Puntone. Effettivamente c’erano dei motivi se era cosi economica. Innanzi tutto, piazzole…

Leggi tutto

Eccoci, finalmente ripartiti dopo il lockdown! La prima idea era quella di portare i bimbi al mare, visto che finalmente il 18 maggio hanno riaperto le spiaggie. Purtroppo, abbiamo costatato che molti parcheggi per camper, aree sosta e campeggi erano ancora chiusi (lunedì sera ho scoperto, invece, che un campeggio vicino casa aveva riaperto, va beh). Spaventati dalla prospettiva di deludere i bimbi, abbiamo deciso di andare sul sicuro e di portarli al Parco di Pinocchio a Collodi. Mai scelta fu più azzeccata e vedere come si sono divertiti i bimbi ci ha riempito il cuore di gioia. Prima di tutto, comodissima l’area sosta camper. Con 5 euro hai allaccio alla corrente, carico e scarico dell’acqua. L’unico difetto, se proprio vogliamo essere pignoli, è leggermente in pendenza. Per fortuna, avevamo i cunei e siamo riusciti a levellare quasi perfettamente il camper. Nonostante ciò, è un posto molto tranquillo, a due…

Leggi tutto

I miei bambini sono a casa dal 4 marzo. Il piccolo, Filippo, due anni il 30 giungo , va al nido mentre la grande, Giada, 5 anni il 3 settembre, è al secondo anno di asilo. Il pomeriggio del 3 marzo, corro a prendere Giada al pulmino e saluto l’autista augurandomi di vederla il giorno dopo. La sera, poi lo stop definitivo. Confesso che è stato un duro colpo per me. I primi giorni la mia mente sembrava rifiutare il fatto che fossero arrivate le vacanze così, improvvisamente. Vivevo come sospesa nel vuoto. Poi, dal 13 marzo, anche Giulio è rimasto a casa. Ed è li che ho iniziato a reagire ed a inventarmi qualcosa. Non si poteva uscire, l’imperativo era (ed è tutt’ora) “STATE A CASA”. Il tempo ci ha aiutato, faceva veramente schifo. Nel primo periodo, complice il lancio di Disney+, abbiamo fatto scorpacciata di film, dai classici…

Leggi tutto

Tutta Italia in quarantena e, ovviamente, anche noi e il nostro camper. Lo dobbiamo fare, è un dovere civico ma posso esprimere i miei sentimenti? Non ci voleva, per tantissimi motivi! Sicuramente, per quello umano. Inutile dire che in Italia questo virus ha veramente stravolto la vita di tantissime persone. Poi per motivi economici. Tantissima gente ha difficoltà a mettere insieme il pranzo con la cena. E noi? Noi di Famiglia a Bordo siamo sicuramente dei privilegiati. Giulio, fortunatamente, lavora come operaio all’ENEL. Lo stipendio ci permette di vivere con solo quella entrata e, almeno per ora, siamo sempre stati tranquilli. Ora abbiamo paura anche noi, sinceramente. Lo stipendio c’è ed è sicuro ma i prezzi stanno lievitando ad un ritmo disarmante, la paura di non farcela è tanta. Speriamo di non dover rinunciare al nostro più grande sogno, il camper. Intanto, come impiegare questo tempo? Da principio ci siamo…

Leggi tutto

Finalmente siamo riusciti a fare un uscita con il camper. Erano due mesi che aspettavamo questo momento, alla fine ci siamo decisi e siamo partiti verso la Val d‘Orcia. La Val D’Orcia è un’ampia valle della provincia di Siena (Toscana) ai piedi del monte Amiata e molto vicina al confine con l’Umbria, ed è molto conosciuta per il suo tipico paesaggio fatto da dolci colline e dai bellissimi borghi medievali. Tra i più importanti, Montalcino, Castiglione d’Orcia, San Quirico d’Orcia, Pienza e Radicofani. Località minori da visitare, Bagno Vignoni, Rocca d’Orcia, Montichiello, Bagni di San Filippo. Perché parlo della Val’Orcia a metà? Purtroppo non siamo riusciti a stare tutti i giorni fuori e ci sono mancate buona parte delle tappe previste per il viaggio. Partenza da Sasso Pisano alle 16, arrivo alla prima tappa, Montalcino, alle 17 e 30. Visita in notturna del borgo (merita veramente, peccato per il freddo)…

Leggi tutto

10/19
error: Contenuto protetto